I fondali di Alghero

Visitare i Fondali di Alghero

Alghero è una meta stupenda da visitare, sia per quanto riguarda le antiche mura e la parte storica, che per le sue spiagge, ma anche per i suoi meravigliosi fondali. Un magico mondo sommerso raggiungibile con vari mezzi e in vari modi. Immersioni, gite in barca, snorkeling, pesca subacquea, sono tutti modi diversi per godere del mondo sommerso di Alghero, scopriamolo insieme.

Cosa scoprirai nei fondali di Alghero

Grotte sommerse, pesci variopinti, aragoste e fondali da sogno pieni di coralli si possono trovare a poche centinaia di metri dalla costa, certo, perché Alghero è la città del corallo e nei fondali se ne trovano svariate popolazioni.

Murene, gattucci, cernie, saraghi, e tante altre specie ittiche popolano questi favolosi fondali nei quali perdersi ritrovando se stessi.

Come vedere i fondali

Partendo dal porto di Alghero, si possono raggiungere queste fantastiche e suggestive mete subacquee. I vari moli collocati nel porto permettono di noleggiare l'attrezzatura da immersione e il personale esperto vi accompagnerà a visitare le bellezze naturali raggiungibili solo da pochi. Le grotte sottomarine di Alghero sono degli elementi architettonici naturali molto suggestivi ed affascinanti, raggiungibili solo tramite immersione con l'ausilio di bombole subacquee. Il clima di questi ambienti è surreale e gli incontri che si possono fare restano impressi per tutta la vita. Sia la fauna formata da pesci di tante specie e la flora variopinta sono spettacolari. Chiaramente raccomandiamo di immergervi solo se molto preparati o accompagnati da personale qualificato.

La murena

Un feroce predatore

Questo formidabile predatore può essere molto pericoloso ma sa anche essere un cucciolone affettuoso. Tutto stà a come lo si approccia e all'attenzione che si presta nel dargli confidenza. Può staccare un dito con un solo morso e le sue mandibole sono tra le più possenti nel regno sommerso. Ha una pelle liscia e alcune di esse hanno una seconda mascella nell'esofago utile per spingere nello stomaco le prede più voluminose... quindi attenzione.

L'astice

Possente creatura

Molto simile alla specie Americana, quello delle nostre acque è di colore bluastro a macchie gialle. Dotato di possenti chele per combattere, spezzare, tagliare, ha anche due minuscole cheline utili per i lavori più minuziosi. Fate attenzione alle spine situate vicino agli occhi. Questo formidabile abitante degli abissi può raggiungere i 50 centimetri e le sue carni sono molto prestigiose.

L'anemone

Una delle tante specie

Questi molluschi che abitano i fondali sono esseri viventi e possiamo dire che colorano il fondale come farebbero i fiori su un prato. Per lo più innocui, alcune specie dei nostri mari possono essere irritanti, in altri luoghi, possono essere velenosi per l'essere umano. se proverete a toccarli si ritireranno all'interno del loro corpo cilindrico facendo dissolvere tutta la loro magia.

Come vedere i fondali

Partendo dal porto di Alghero, si possono raggiungere queste fantastiche e suggestive mete subacquee. I vari moli collocati nel porto permettono di noleggiare l'attrezzatura da immersione e il personale esperto vi accompagnerà a visitare le bellezze naturali raggiungibili solo da pochi. Le grotte sottomarine di Alghero sono degli elementi architettonici naturali molto suggestivi ed affascinanti, raggiungibili solo tramite immersione con l'ausilio di bombole subacquee. Il clima di questi ambienti è surreale e gli incontri che si possono fare restano impressi per tutta la vita. Sia la fauna formata da pesci di tante specie e la flora variopinta sono spettacolari. Chiaramente raccomandiamo di immergervi solo se molto preparati o accompagnati da personale qualificato.

Le Grotte di Nettuno

Sono uno spettacolo per gli occhi e un capolavoro naturale riconosciuto a livello globale. Impossibile visitare Alghero senza passare per questa stupenda meta, raggiungibile tramite la scalinata che si snoda da Capocaccia oppure con la barca o il gommone. Quest'ultima può essere una meta da affrontare prima o dopo un immersione nello splendido "mare di fuori" che tra l'altro è una stupenda riserva naturale protetta.

 

 

E per cena?

Una volta terminata l'immersione vi sarà venuta fame... beh, lungo i bastioni delle antiche mura di Alghero, sono situati vari ristoranti e da alcuni di essi si può godere del tramonto su Capocaccia, ammirare il mare visitato poche ore prima e gustare i suoi sapori così da compiere l'esperienza nella sua interezza. Prenota uno spazio sulla splendida terrazza del Mirador.

Il pesce, ovviamente è il piatto forte dei ristoranti delle zone marittime, lo chef del Mirador si reca ogni giorno al mercato ittico di Alghero per comprare il pesce fresco e preparate squisite pietanze dal sapore ricercato.

Uno dei famosi piatti catalani è l'aragosta alla catalana, tanto famoso quanto prelibato piatto a base proprio di questo prestigioso crostaceo.