Cosa mangiare ad Alghero

Alghero non è solo spiagge e paesaggi naturalistici mozzafiato, ma è anche cibo e cucina.
Se ti stai chiedendo cosa mangiare ad Alghero, cercheremo di rispondere alla tua curiosità, col rischio di farti venire l’acquolina in bocca, sei avvisato!
La cucina tipica algherese è un incontro di culture, tipicamente di ispirazione catalana, ma spesso con contaminazioni sarde e italiane, un sapiente pot-pourri tra i frutti del mare e quelli della terra.
Iniziamo...e buon appetito.

Paella Algherese

Partiamo dalla Paella, un piatto tipicamente spagnolo, ma sappiamo quanto Alghero sia intimamente collegata alla Catalogna.
La Paella Algherese è, infatti, una rivisitazione locale del più famoso piatto e al posto del riso troviamo la Fregola, la tipica pasta sarda fatta da minuscole quanto saporite palline di grano duro.
Il tutto unito ai classici ingredienti della paella catalana, ma con una spolverata di bottarga e con la gustosa presenza della classica salsiccia sarda e del petto di pollo, a sancire il perfetto connubio tra tradizione sarda e influenza catalana.

Aragosta alla Catalana

Chi conosce l’astice alla catalana non può non amare questa variante algherese.
Come si nota a cambiare è la materia prima, dove troviamo l’aragosta, tassativamente pescata fresca nelle limpide acque di Alghero.
L’aragosta si distingue per il suo gusto più dolce e delicato che si sposa perfettamente con i sapori freschi dei pomodorini, della cipolla e dell’olio locale.
Un piatto semplice, ma al contempo elegante, che si presta a situazioni formali e importanti, ideale in tutte le stagioni dell’anno.

La copatza de peix

In una località di mare non può mancare la zuppa di pesce, e Alghero non si sottrae, anzi, rilancia.
La zuppa di pesce algherese viene preparata con pesce rigorosamente fresco, non c’è una varietà specifica, in quanto dipende dal pescato della giornata.
Il gusto è tenace, genuino, intenso, sa di mare, con quel pizzico di peperoncino rosso di Sardegna che ne esalta la il gusto e accompagnato dal pane sardo che non puoi fare a meno di inzuppare e goderne ad ogni morso.

I ricci di mare

Non è possibile nominare Alghero senza parlare dei ricci di mare. Un vero e proprio culto, dall’autunno alla primavera.
In algherese i ricci vengono chiamati “boga marì” e, durante il periodo di pesca autorizzata, mangiarli freschi è quasi un dovere.
Ma non sottovalutate un bel piatto di spaghetti ai ricci di mare, dove il sapore dolciastro della polpa viene esaltato con tutti i suoi caratteristici profumi.
A tal proposito ricordiamo che a marzo, che coincide col mese ideale della pesca del riccio, si svolge anche l’attesissima Sagra del Bogamarì, dove vengono presentate le migliori ricette locali algheresi con questo fantastico dono del mare.

Seadas

Siamo comunque in Sardegna e non possono mancare le Seadas, i tipici dolci fritti di pasta di semola ripieni di gustoso pecorino sardo dolce e serviti generalmente col miele locale, ma anche con la variante di zucchero o con una leggera melassa di fichi e fichi d’india.
Un contrasto di sapori tra dolce e salato che, però, si miscela a regola d’arte, generando un piccolo capolavoro culinario.

Crema Catalana

Non può mancare la famosa crema catalana ad Alghero, che, come sappiamo, ha profonde influenze della terra spagnola.
Il suo sapore dolce aromatizzato al limone è inconfondibile, la sua base di crema soffice sormontata dal una pellicola croccante di zucchero di canna, la rende inebriante.


Abbiamo terminato questo piccolo menu algherese e siamo sicuri che potete apprezzare i piatti della nostra tradizione.
Presso il nostro ristorante potete gustare anche tante varianti e rivisitazioni del nostro chef, in un’esaltazioni di gusti anche per i palati più esigenti.

Vi aspettiamo.